Ambiente
Ambiente

È ancora buono?
I generi alimentari si possono consumare anche dopo la data minima di conservabilità indicata sulla confezione! Provate a fare questi tre piccoli test:

  1. Test visivo: il prodotto appare in buono stato?
  2. Test olfattivo: il prodotto ha ancora l’odore che ha di solito?
  3. Test gustativo: mettete poco prodotto in bocca e analizzate il retrogusto.

«Da consumarsi preferibilmente entro»: la data minima di conservabilità
La data minima di conservabilità (DMC) corrisponde alla dicitura «Consumarsi preferibilmente entro» sulle confezioni dei prodotti. Essa indica per quanto tempo un prodotto è ancora fruibile senza peggioramenti a livello di qualità e di gusto. Se la data minima di conservabilità è stata raggiunta, ciò non significa necessariamente che un prodotto alimentare non possa più essere consumato. Se è rimasto chiuso ed è stato conservato adeguatamente, può rimanere commestibile anche dopo tale data. Provate a fare i nostri tre test!

«Da consumare entro»: la data di scadenza
L’indicazione della data di scadenza mediante la dicitura «Da consumare entro» si trova sui prodotti facilmente deperibili, come ad esempio la carne e il pesce freschi. Non appena viene raggiunta tale data, non bisognerebbe più consumare il prodotto.

Il rispetto dei diritti umani
Il rispetto dei diritti umani
 
La forza del Sole
La forza del Sole
 
Food Waste
Food Waste